20 modi per aumentare il tuo conto corrente creativo

Ascolta “#52. Il conto corrente creativo” su Spreaker.

Hai mai sentito parlare del conto corrente creativo?

Se pensi che sia un una nuova forma di conto corrente, sei fuori strada, questa puntata non parla di Banca Creativa.

Se pensi ad una gestione creativa di un conto corrente, anche qui acqua, anzi acquissima.

Cos’è allora il conto corrente creativo?

Prova a pensare alla tua giornata e alle attività che in qualche modo hanno richiesto da parte tua energie e risorse creative per portare a termini certi compiti o raggiungere degli obiettivi.

Ad esempio rientrano in questa categoria voci tipo:

  • trovare un nome per un marchio, azienda o prodotto
  • creare un nuovo messaggio pubblicitario
  • ideare un progetto di comunicazione sui social per un cliente
  • scrivere un articolo, un post, un racconto o una puntata di un podcast
  • comporre musica, dipingere, scrivere storie, creare un discorso o una presentazione
  • facilitare un gruppo di persone o guidare una sessione di formazione

Sono tutte attività che richiedono energia per essere portate a termine, che consumano parte delle nostre risorse, consumano le nostre forze mentali.

Sono situazioni in cui siamo chiamati spesso a pensare fuori dagli schemi, o come chiamano questo progetto gli americani, Thinking outside the box.

Lo sforzo creativo è importante, pesca risorse all’interno del nostro io più profondo, lì dove ognuno di noi custodisce la propria sorgente creativa.

Così come ogni sera colleghiamo il nostro smartphone alla presa della corrente per ricaricarlo, allo stesso modo, dobbiamo ricaricare la nostra sorgente creativa che non è infinita, non è illimitata.

Se ogni giorno facciamo qualcosa per ricaricarla però potremmo iniziare a considerarla come una fonte illimitata da cui attingere.

Cos’è la nostra creatività?

È la capacità di nutrire la nostra immaginazione, la nostra curiosità, di giocare ed esplorare quello che ci circonda con occhi nuovi ogni giorno.

La creatività è il momento eureka, è la lampadina che si accende, l’intuizione che arriva all’improvviso e affinché tutto questo accada, non possiamo affidarci al caso ma creare le giuste condizioni perché tutto questo si manifesti.

Se oggi guardiamo uno spettacolo o ascoltiamo una canzone che in qualche modo “ci fa bene, ci nutre l’animo”, ecco che stiamo facendo un versamento sul nostro conto corrente creativo.

Se oggi partecipiamo ad una full immersion per creare un nuovo progetto di comunicazione, potremmo trovarci a fine giornata stanchi, sfiniti e spesso svuotati di energie.

Ma anche se facciamo qualcosa che ci piace particolarmente come scrivere un racconto, un capitolo di un libro, anche se siamo in quei momenti magici in cui fluiamo nello spazio e nel tempo e le parole scorrono sul foglio, scalpitano nelle nostre mente e atterrano sulla pagina con una scorrevolezza incredibile… ad un certo punto il nostro slancio si ferma, il nostro propellente è finito e il razzo della nostra creatività non ha più forza per volare lontano.

Dobbiamo fermarci.

Questa sensazione di spossatezza la possiamo sperimentare anche dopo una giornata di riunioni su zoom e meeting online dove spesso a fine giornata ci si chiede il senso e lo scopo di così tante riunioni non conclusive.

In queste situazioni significa che stiamo prosciugando il nostro conto corrente creativo.

Se la situazione continua per giorni e ci sentiamo vuoti, svuotati, privi di forza ed energia creativa, è molto probabile che il nostro conto corrente creativo è andato in rosso, è andato in rosso in modo pesante e se ci si trova in questa situazione, non bastano semplici accorgimenti quotidiani per uscire da questa situazione, ma ci vuole un maxi versamento.

Quali sono i modi per fare dei versamenti su questo conto corrente così importante per ognuno di noi?

Partiamo dai piccoli gesti che ogni giorno possiamo fare qua e là anche nelle piccole pause:

  • ascoltare la tua musica preferita
  • distrarci con qualche video su YouTube
  • guardare una puntata di una serie tv leggera e divertente (il filone Friends, How I met your mother, Big Bang Theory è perfetto)
  • lavare i piatti
  • le pagine del mattino di Julia Cameron
  • se pratichi yoga, fare nove saluti al sole

Se abbiamo bisogno di qualcosa di più lungo e che nutra più a fondo la nostra anima creativa, ci sono diverse esperienze che mi vengono in mente:

  • fare una passeggiata nel bosco
  • vagare a zonzo senza meta per le vie della tua città
  • fare un giro in bicicletta lasciando andare lo sguardo verso l’orizzonte
  • regalarti una sessione di mindfulness
  • disegnare e colorare un mandala
  • visitare un museo
  • praticare un’ora di yoga
  • partecipare ad una sessione di bioenergetica
  • meditare
  • ballare e ballare in gruppo, hai mai provato con le danze popolari?
  • regalarsi una sessione di yoga della risata
  • raccogliere scatti di dettagli curiosi e particolari che catturano la nostra attenzione
  • partecipare ad una serata Toastmasters (vedi anche il mio articolo su Toastmasters creativi culturali)

Se invece avete bisogno di un maxi versamento creativo sul vostro conto corrente, potete provare a immergervi per una settimana in una spa o in un centro benessere o, se volete qualcosa di più attivo e coinvolgente, la scelta non può che ricadere su Crea Conference, 5 giorni per ricaricare la tua creatività e tornare a casa con un conto corrente creativo che straborda energia.

Poi se volete continuare a tenere alto il vostro conto corrente creativo durante tutto l’anno, potete iscrivervi ad esempio alla palestra di scrittura di Writers and Readers che porto avanti insieme all’amico Ivan Ottaviani, o partecipare alla scuola per cantastorie di Piera Giacconi o più in generale potreste scegliere un hobby o una passione che vi nutra l’anima.

Se volete provare un percorso più solitario, vi consiglio il libro “La vita dell’artista” di Julia Cameron, edito in Italia da Longanesi. Un libro che è un viaggio di scoperta e riscoperta di sé e del proprio potenziale creativo: attraverso una lettura articolata su 12 settimane ritroverete voi stessi.

Quale che sia la vostra situazione attuale e quella a cui aspirate, non perdete tempo, non sprecate un attimo di più, iniziate fin da questo preciso istante a nutrire voi stessi e a versare emozioni ed energia nel vostro conto corrente creativo.

 

 

Photo by Jr Korpa on Unsplash

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli sullo stesso tema:

Leggi anche:


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendomi accetto il trattamento dei dati come descritto nell'informativa privacy.